Il trionfo della stupidità; Armand Farrachi

«Certo, bisogna guardarsi bene dal giudicare stupido ciò che disapproviamo. Ma anche dal pretendere che tutte le opinioni si equivalgano. Stigmatizzare la stupidità, generalmente quella degli altri, significa conferirsi un brevetto di intelligenza, di acume, di arbitro del buon senso, autorizzarsi l’arroganza o il disprezzo, benché si è sempre, come è noto, l’imbecille di qualcuno.»…

Canzoni (di Francesco Guccini); Gabriella Fenocchio

“Le canzoni di Francesco Guccini possono autonomamente e a buon diritto collocarsi nel panorama poetico del Novecento italiano […] Tanto più nel nostro tempo difficile, che fa delle parole strumenti di violenza o di menzogna oppure simulacri del vuoto, l’etica della parola di Guccini può almeno accendere la speranza che la discrezione e la coerenza…

L’incubo di Hill House; Shirley Jackson

«Nessun organismo vivente può mantenersi a lungo sano di mente in condizioni di assoluta realtà» TITOLO: L’incubo di Hill House titolo originale: The Haunting of Hill House AUTORE: Shirley Jackson traduttore italiano: Monica Pareschi ANNO: 1959 EDITORE: Adelphi NUMERO DI PAGINE: 233 PREZZO: 12€ (versione cartacea) Quarta di copertina: In questo autentico classico del genere…

21 lezioni per il XXI secolo; Yuval Noah Harari

«I terroristi assomigliano ad una mosca che cerca di distruggere un negozio di porcellane. La mosca è così debole che non può spostare neppure una singola tazza da tè. E allora come fa una mosca a distruggere un negozio di porcellane? Trova un toro, entra dentro il suo orecchio, e comincia a ronzare. Il toro perde…

Undici solitudini; Richard Yates

«Aveva rallentato il passo, allora. Attraversata la strada con una mano in tasca, aveva iniziato a salire i gradini con atletica disinvoltura, e nessuno avrebbe indovinato le ore di ansia, i giorni di preparazione strategica e tattica che quel preciso momento gli era costato.» TITOLO: Undici solitudini titolo originale: Eleven Kinds of Loneliness AUTORE: Richard Yates traduttore…

I Romanov. Storia di una dinastia tra luci e ombre; Raffaella Ranise

«Pochi luoghi riescono a affascinare come la Russia, forse perché nel nostro immaginario rievoca spazi sterminati, distese ghiacciate e impenetrabili, palazzi incantati dove nulla è come appare, come se la neve e la bellezza del paesaggio potessero coprire e nascondere i segreti più terribili, destinati a riaffiorare macchiando di sangue l’incanto ricoperto di bianco» TITOLO:…

La trama del matrimonio; Jeffrey Eugenides

«C’erano molti modi per ribellarsi alla solennità della tradizione. Qualcuno portava il tocco inclinato in modo buffo, altri l’avevano decorato con degli adesivi o l’avevano dipinto. Le ragazze preferivano accessori come boa di piume o occhiali da sole Spring Break, oppure orecchini a specchio simili a mini palle da discoteca. Mitchell osservò che tali dimostrazioni…

Fahrenheit 451; Ray Bradbury

«Ci si domanda il perché di tante cose, ma guai a continuare: si rischia di condannarsi all’infelicità permanente. […] Ecco perché un libro è un fucile carico, nella casa del tuo vicino. Diamolo alle fiamme! Rendiamo inutile l’arma. Castriamo la mente dell’uomo.» TITOLO: Fahrenheit 451 titolo originale: Fahrenheit 451 AUTORE: Ray Bradbury traduttore italiano: Giorgio…

Le vergini suicide; Jeffrey Eugenides

«Il dottor Armonson suturò le ferite dei polsi. Dopo cinque minuti di trasfusione dichiarò che la ragazza era fuori pericolo. Le diede un buffetto sotto il mento: «Che ci fai qui, piccola? Non puoi sapere quanto è brutta la vita, giovane come sei.» Fu allora che Cecilia espresse verbalmente ciò che doveva rappresentare l’unica parvenza di…

L’altro; Ryszard Kapuściński

«La xenofobia è la malattia di gente spaventata, afflitta da complessi di inferiorità e dal timore di vedersi riflessa nello specchio della cultura altrui.» TITOLO: L’altro titolo originale: Ten Inny AUTORE: Ryszard Kapuściński traduttore italiano: Vera Verdiani ANNO: 2006 EDITORE: Feltrinelli NUMERO DI PAGINE: 77 PREZZO: 6,50€ (versione cartacea) Quarta di copertina: Ogni volta che l’uomo si è incontrato con l’altro, ha sempre avuto davanti…